ANNO  2019 – 2020

 

“Ogni volta che io stringo la mano ad un altro, do qualcosa del mio e ricevo qualcosa di lui, e questo anche ci fa crescere”……  e “Tutti abbiamo la stessa possibilità di crescere, di amare …., di fare cose buone”. (Papa Francesco)

 

Nel novembre 2014, ha preso avvio, nell’ambito del Progetto “I Care Home, Accanto alla vita, sempre” dedicato ai  minori ed in particolare a quei bambini e ragazzi che vivono realtà di disabilità e/o di disagio fisico, comportamentale, familiare e/o economico,  il Laboratorio di accompagnamento allo studio, le cui attività sono proseguite anche negli anni successivi. Vista la buona esperienza vissuta, sia da parte dei ragazzi che hanno frequentato il centro sia da parte degli educatori presenti, viste anche le numerose richieste avanzate dalle famiglie e vista la buona collaborazione che si è avuta con le scuole frequentate dai ragazzi, prosegue, anche per l’anno scolastico 2019 – 2020, il laboratorio di accompagnamento allo studio.

 

E’ un laboratorio in cui  gli interventi degli educatori presenti nel servizio sono finalizzati alla costruzione di un ambiente educativo nel quale i ragazzi si sentano sostenuti nell’impegno scolastico attraverso esperienze capaci di aiutarli a rielaborare gli apprendimenti, a riconoscere le proprie competenze e mancanze, a costruire un’organizzazione personale del proprio piano di studi, ad esercitarsi nel compito e a riconoscere un proprio metodo di studio.

 

Poiché, sin dall’avvio del laboratorio di accompagnamento allo studio, alcune famiglie con figli con disturbi nell’apprendimento scolastico (DSA) e con bisogni educativi speciali (BES) hanno fatto richiesta di frequenza presso il nostro Centro e poiché il numero di queste famiglie è andato via via aumentando negli anni, a partire dal presente anno scolastico, si dà avvio, nell’ambito del laboratorio di accompagnamento allo studio, al laboratorio “Imparare insieme“, dedicato specificatamente ai bambini/ragazzi/adolescenti con disturbi nell’apprendimento scolastico (DSA) e con bisogni educativi speciali (BES)

 

Perché il laboratorio specializzato per dsa e bes

 

Giacomo Stella, nel 2004, diceva: “Qualunque sia la gravità del deficit di lettura, non si deve dimenticare che il bambino dislessico è per definizione un bambino intelligente e che quindi l'acquisizione dei contenuti curriculari non gli è preclusa. Anche quando la sua difficoltà è così severa da essere considerato cieco per la lettura, il bambino dislessico può apprendere, e quindi ha il diritto di apprendere. L'importante è trovare strade alternative per aiutarlo”. Sorretti da questa convinzione, a partire dall’anno scolastico 2019 – 2020, presso il Centro dell’Associazione, viene attivato un Laboratorio Specializzato nell’accompagnamento allo studio per alunni con DSA e BES. Nel Laboratorio verranno svolte attività per sperimentare gli strumenti compensativi (previsti per Legge 170\2010) e un metodo di studio efficace, in modo da poter favorire l'autonomia nello studio e potenziare la fiducia in se stessi e la motivazione all'apprendimento.  Saranno messi a disposizione strumenti informatici specifici, ma soprattutto verrà adottato un atteggiamento educativo che terrà conto delle difficoltà di questi ragazzi e dei loro punti di forza (primo fra tutti, l’intelligenza), unitamente ad un atteggiamento degli educatori rispettoso dei ragazzi e delle loro potenzialità e quindi motivante e stimolante.

 

I disturbi specifici dell'apprendimento

 

I DSA sono dei deficit funzionali dovuti ad alterazioni di natura neurobiologica, non dipendono da problemi psicologici (emotivo-relazionali, familiari, etc.), da pigrizia o poca motivazione. In altre parole, si tratta di una caratteristica personale con cui si nasce, che si manifesta appena si viene esposti all’apprendimento della letto-scrittura e si modifica nel tempo, senza tuttavia scomparire. La caratteristica principale dei DSA è la loro specificità: il disturbo riguarda uno specifico dominio di abilità in modo significativo ma circoscritto, lasciando intatto il funzionamento intellettivo generale.

 

ƒ       Disturbo specifico delle lettura (Dislessia);

 

ƒ       Disturbo specifico della scrittura e di automatizzazione delle regole ortografiche (Disortografia);

 

ƒ       Disturbo specifico delle abilità numeriche e aritmetiche (Discalculia);

 

ƒ       Disturbo specifico della scrittura nella riproduzione grafica di segni alfabetici e numerici (Disgrafia).

 

 

 

Conseguenze scolastiche e sociali dei dsa

 

I Disturbi Specifici dell'Apprendimento si manifestano come incapacità di leggere e scrivere in modo corretto e fluente. Gli studenti con DSA sono costretti ad impiegare al massimo le capacità attentive e le energie di cui dispongono per leggere e scrivere poiché non riescono a farlo in maniera automatica: si stancano rapidamente, commettono errori, faticano ad imparare. Spesso vanno incontro ad esperienze di fallimento in ambito scolastico e finiscono col perdere motivazione e autostima. Sentono di avere le potenzialità ma non la capacità di “farcela”.

 

Un ulteriore problema che intacca l'autostima dei ragazzi con DSA è la dipendenza da altre persone per lo svolgimento dei compiti.

 

Gli obiettivi

 

L’obiettivo principale di questo laboratorio è quello di sostenere i bambini/ragazzi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, con certificazione di DSA e BES,  nelle loro difficoltà scolastiche affinché lavorino sugli stili di apprendimento e su quelli cognitivi, imparando tecniche e strategie per superare o contenere le proprie problematiche.

 

Qualche volta capita di pensare che solo chi ha una predisposizione spontanea allo studio possa apprendere: in realtà, tutti i ragazzi, utilizzando stili e strategie di apprendimento diversi, che si basano sulle caratteristiche di ognuno, sulle loro peculiarità, possono imparare,

 

Nelle attività di accompagnamento allo studio e di supporto nell'autonomia scolastica dei verranno perseguiti i seguenti obiettivi:

 

ƒ       favorire l’apprendimento delle materie scolastiche anche attraverso le nuove tecnologie e metodologie basate sui diversi stili di apprendimento e sulle capacità di ciascuno;

 

ƒ       migliorare le capacità di apprendimento, offrendo ai bambini/ragazzi idonee strategie di studio ed insegnando loro a gestire le situazioni di difficoltà nell’organizzazione dei materiali e dei tempi di studio;

 

ƒ       favorire l’autonomia nell’apprendimento attraverso la consapevolezza di sé e la

 

          conoscenza di strumenti e strategie;

 

ƒ       imparare a correggere le strategie o i meccanismi errati e inefficaci;

 

ƒ       instaurare un buon clima di gruppo che favorisca la socializzazione e il confronto tra pari;

 

ƒ       costruire una buona collaborazione fra ragazzo, famiglia e scuola.

 

Le attività

 

Si lavorerà con i bambini/ragazzi individualmente o a gruppi.

 

I gruppi di studio saranno organizzati in unità in cui il numero di partecipanti varierà a seconda dell’età e del percorso scolastico. Inizialmente guidati, dovranno imparare a suddividere il tempo a disposizione tra le varie materie quotidiane.  Ogni ragazzo che frequenterà il Centro avrà un suo spazio che dovrà tenere in ordine e con il materiale sempre pronto.

 

Gli educatori/collaboratori saranno a disposizione di tutti i bambini/ragazzi, ma ognuno di loro avrà la responsabilità verso i genitori e la scuola di tre /quattro ragazzi.

 

Saranno previsti percorsi personalizzati per bambini/ragazzi con disturbi specifici dell'apprendimento (DSA) , con deficit di iperattività e attenzione (ADHD) e con bisogni educativi speciali (BES).

 

Ogni bambino/ragazzo verrà accolto prestando particolare attenzione alla sua unicità, alle sue potenzialità e difficoltà. In particolare, ci saranno:

 

ƒ       un momento iniziale di accoglienza e condivisione con i ragazzi;

 

ƒ       l'organizzazione dei materiali;

 

ƒ       la gestione del tempo;

 

ƒ       l' individualizzazione e la personalizzazione del percorso di studio;

 

ƒ       l'autovalutazione e la verifica del lavoro svolto.

 

 

 

Ø  Al fine di accompagnare al meglio i minori che frequenteranno il Centro in questo percorso di crescita, sarà possibile usufruire di un Servizio di consulenza psicologica per minori : è attivo un Servizio di consulenza psicologica per minori, tenuto dalla Dott. ssa Conza Jessica, psicologa e psicoterapeuta sistemico – relazionale e dal dal Dott. Fausto Molinas, psicologo specializzato in Consulenza e Mediazione Familiare, Ipnosi Clinica, Consulenza e Terapia Sessuale. Gli educatori potranno segnalare loro eventuali problemi o situazioni che avranno osservato.

 

Gli incontri potranno essere sia individuali sia di gruppo; questi ultimi, saranno organizzati attraverso attività di laboratorio, saranno a tema e raccoglieranno argomenti di interesse dei ragazzi.

 

L’obiettivo di questo spazio è quello di offrire la possibilità di esplorare, chiarire ed esprimere i propri sentimenti, le proprie difficoltà se esistono, quali episodi di bullismo, particolari situazioni conflittuali con insegnanti, in modo da sostenere il ragazzo lì dove emerga una difficoltà scolastica connessa ad una percezione di sé fallimentare ed una bassa autostima, aiutando il bambino a contattare la sua realtà interna per conoscerla ed accettarla, stimolando così un processo di cambiamento che favorisca il benessere e un sano adattamento all'ambiente.

 

Ø  Inoltre, verranno organizzati:

 

ü  incontri mensili rivolti ai genitori, con lo scopo di aiutarli  nell’intervento e di sostenerli nell’accompagnamento dei figli all’autonomia.

 

ü  gruppi di potenziamento scolastico per i minori al fine di migliorare il metodo di studio e di affrontare e risolvere le specifiche difficoltà che il bambino/ragazzo incontra nel processo di apprendimento.

  

I Destinatari

 

Previa iscrizione, potranno prender parte alle attività i minori compresi nella fascia di età della fanciullezza, della preadolescenza e prima adolescenza, dai sei ai diciotto anni di età (Studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado e studenti della scuola secondaria di secondo grado, con particolare attenzione ai passaggi da una scuola ad un’altra), con disturbi nell’apprendimento scolastico (DSA) e con bisogni educativi speciali (BES), attestati da certificazione idonea. Qualora pervenisse la domanda di iscrizione da parte di genitori per il cui figlio/a è stato già avviato l’iter di  accertamento, pur non essendoci ancora certificazione, il suddetto minore potrà essere ammesso a frequentare il Centro, a condizione che i genitori informino per iscritto e puntualmente l’Associazione circa il proseguimento dell’iter e, a certificazione ottenuta, la presentino immediatamente.

 

Presso il Centro dell’Associazione 0 – 18 Onlus opererà una  Commissione, formata dal Presidente dell’Associazione 0 – 18 Onlus, dalla Coordinatrice del Progetto “I Care Home”, dalla Coordinatrice del laboratorio di accompagnamento allo studio “Imparare insieme“ e da tre rappresentanti dei Volontari/Collaboratori che collaborano nel presente laboratorio, uno per ogni grado di istruzione – primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado - commissione che avrà il compito, dopo aver raccolto le domande d’iscrizione, di accettarle e di  determinare i minori che potranno frequentare i  singoli laboratori.  La Commissione avrà anche il compito di stilare un’eventuale lista d’attesa. Delle riunioni della Commissione sarà redatto verbale.

 

Le risorse umane

 

Presteranno la loro azione ed il tempo, mettendo in gioco le competenze professionali e le capacità umane i volontari dell’Associazione con competenze varie, dall’insegnamento all’educazione, debitamente formati.

 

La formazione si acquisirà attraverso i corsi di formazione che l’Associazione attiverà usando sia le risorse interne sia inviando presso enti accreditati. I corsi saranno scelti dal coordinatore del progetto o su eventuale segnalazione dei Volontari/Educatori stessi.

 

La formazione dei Volontari sarà finalizzata a:

 

• Acquisire la capacità di accogliere i ragazzi, ognuno a seconda del proprio vissuto e

 

delle proprie peculiarità.

 

• Fornire una buona preparazione sui DSA, BES ciascuno per i propri ruoli e compiti.

 

• Far conoscere la normativa in materia e le modalità di segnalazione ai servizi

 

• Ridurre il disagio affettivo - relazionale e rafforzare l’autostima e la motivazione

 

all’apprendimento.

 

• Potenziare negli alunni in situazione di disagio le abilità cognitive funzionali all’apprendimento

 

• Conoscere i più importanti stili d’apprendimento (autoaggiornamento e condivisione delle esperienze)

 

• Permettere il successo scolastico di tutti gli alunni attraverso l’utilizzo di metodologie didattiche e valutative adeguate.

 

• Promuovere attenzione e giuste modalità di rapporto con le famiglie.

 

• Conoscere la maieutica dell’insegnamento.

 

• Conoscere i software didattici.

 

• Condividere l’approccio educativo.

 

 

 

La valutazione dei risultati

 

I bambini/ragazzi verranno accompagnati e seguiti passo passo nel loro percorso e nella loro crescita.

 

In particolare, si prevedono:

 

-          un’iniziale analisi della situazione del singolo bambino/ragazzo e relativo affidamento delle mansioni più idonee, al fine di individuare possibili difficoltà.

 

-          un attento tutoraggio durante tutto il percorso; gli operatori si riuniranno mensilmente in verifica per evidenziare eventuali miglioramenti da apportare al programma, anche in accordo con il ragazzo e la famiglia; il monitoraggio continuerà fino al termine con verifiche periodiche e confronti con la famiglia.

 

-          tre incontri con i genitori, così da mantenere un dialogo periodico con il minore e con i suoi familiari.

 

-     la registrazione delle presenze per controllare la continuità della proposta educativa la registrazione delle presenze

 

Inoltre, la coordinatrice provvederà alla supervisione didattica che, insieme agli operatori, provvederà alla gestione della rete scuola – famiglia - Associazione 0 – 18 Onlus

 

La documentazione

 

Il registro delle presenze, le eventuali riflessioni o i contatti con le realtà educative di provenienza dei minori, di carattere scritto e/o orale, saranno raccolte in un unico documento, che verrà conservato a cura dell’Associazione e che sarà visibile dagli interessati, dietro richiesta.

 

l’Associazione tratterà i dati personali nel rispetto del Regolamento UE 2016/679, esclusivamente per lo svolgimento dell’attività istituzionale e per la gestione del rapporto associativo ed, in particolare, per:

 

-       l’organizzazione delle attività di laboratorio e di segreteria

 

-       la corrispondenza e rintracciabilità dei soci e volontari e la convocazione alle assemblee;

 

-       il pagamento della quota associativa;

 

-       l’adempimento degli obblighi di legge e assicurativi;

 

-       l’invio del notiziario dell’associazione;

 

-       le campagne di informazione e sensibilizzazione.

 

I trattamenti saranno svolti e i dati conservati da incaricati autorizzati, in forma cartacea e informatica.

 

I dati non saranno comunicati a terzi né saranno diffusi.

 

I tempi di attuazione

 

Dal mese di settembre 2019 alla fine dell’anno scolastico (maggio - giugno 2020), con sospensioni secondo il calendario scolastico.

 

Il Laboratorio si svolgerà, in base alla disponibilità degli educatori, dal lunedì al venerdì, a fasce orarie, che verranno determinate e precisate a settembre, in base anche alle richieste avute. Per ottimizzare le attività di sostegno,  le Referenti del progetto stabiliranno, per ogni minore per cui venga presentata domanda di iscrizione,  i  giorni, gli orari e le modalità di frequenza.                                                                                                                                                                                          Il calendario sarà portato  a conoscenza dei destinatari del laboratorio e verrà pubblicato sul sito, nonché nella bacheca dell’Associazione.

 

Le fasi di realizzazione

 

·         FASE PRELIMINARE (Maggio 2019 – Luglio 2019)

 

o    Open art per la presentazione del laboratorio e preiscrizioni.

 

·         FASE INIZIALE (Agosto/Settembre)

 

    • Incontro iniziale con gli educatori ed i Volontari.
    • Incontro con i Dirigenti scolastici, gli Assistenti Sociali, i Responsabili di Associazioni ed i Parroci dei territori limitrofi per presentare il progetto “ I Care Home” ed il laboratorio di accompagnamento allo studio.
    • Incontro con i Genitori per presentare la proposta e consegnare la domanda di iscrizione (la domanda di iscrizione, corredata di tutti i dati per la sua presentazione, sarà inserita anche nel sito web dell’Associazione).
  • FASE DI ATTUAZIONE DEL PROGETTO (Settembre/Ottobre 2019 – Maggio/Giugno 2020)
    • Frequenza dei ragazzi alle attività previste dal progetto.
    • Incontri di programmazione dei Volontari.
    • Incontro di verifica, in itinere, dei Volontari, con il Consiglio Direttivo dell’Associazione, circa l’andamento del progetto.
    • Incontri con i Genitori durante lo svolgimento delle attività

 

·         FASE DI VALUTAZIONE DEL PROGETTO

 

  • Incontro di verifica finale con i responsabili e i Volontari del laboratorio.
  • Incontro finale con i Genitori.

 

Il luogo

 

Le attività del progetto si svolgeranno:

 

-        nella Casa dei Nonni Erminia e Vito Ceriani, a disposizione dell’Associazione 0 – 18 Onlus, sita nel Comune di Oggiona con Santo Stefano (VA), in Via Campiglio 21. Si utilizzeranno le “stanze dello studio” e, in caso di necessità, anche altre stanze facenti parte dell’immobile.

  

I costi

 

Vd. Progetto “I Care Home”

 

Il reperimento dei fondi

 

I costi verranno coperti con:

 

-          donazioni di privati

 

-          contributi da parte delle famiglie dei minori che frequenteranno il laboratorio

 

-          organizzazione di eventi e manifestazioni

 

-          mercatini di manufatti realizzati dai soci e dai volontari

 

-          partecipazione a bandi sia pubblici sia privati

 

Le donazioni potranno essere effettuate

 

 

 

-          con  bonifico bancario intestato a :

 

ASSOCIAZIONE 0 – 18 ONLUS

 

IBAN :  IT 63 J 02008 50240 000100823822

 

UNICREDIT BANCA – GALLARATE MANZONI

 

VIA MANZONI, 4  -  21013 GALLARATE (VA)

 

CAUSALE: PROGETTO “I CARE HOME. ACCANTO ALLA VITA, SEMPRE”

 

 

 

-          con il 5 per mille

 

indicando il codice fiscale di 0 – 18 ONLUS

 

91053680129

 

Il 5 per mille non sostituisce l’8 per mille e non costituisce nessun costo aggiuntivo.

 

E’ sufficiente apporre una firma nell’apposita sezione di uno dei seguenti modelli:

 

-          modello integrativo CUD;

 

-          modello UNICO per persone fisiche;

 

-          modello 730

 

 

Le modifiche

 

Un eventuale adeguamento del progetto sarà fatto a termine percorso, previa verifica dei risultati raggiunti.

 

LABORATORIO "IMPARARE INSIEME"
Laboratorio di accompagnamento allo studio specializzato per dsa e bes
LAB. ACCOMP. STUDIO DSA E BES.pdf
Documento Adobe Acrobat 772.3 KB

VISITATORI ON LINE

Associazione 0 -18 ONLUS

C.F.: 91053680129

 

IBAN:

IT 63 J 02008 50240 000100823822

Uni Credit Banca

via Manzoni , 4

21013 Gallarate (VA)

 

Donazioni IlMioDono.it

IO NON CORRO SOLO 

è una sfida di beneficenza sportiva. Corri, cammina, nuota, pedala non solo per te stesso ma per chi è meno fortunato di noi, dando un senso più alto alla tua passione sportiva. [...]

CHI CORRE PER NOI

ANNO 2016
Giacomo Malpeli

ANNO 2013
Giacomo Malpeli: 1200 km

ANNO 2012
Giacomo Malpeli: 1200 km